Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso.      
PARTNER:
Mediaconsult
Concessionario dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato

SERVIZIO CLIENTI

800.906.146


PREVENTIVO ON LINE

E' possibile abbreviare i tempi di ricezione di un preventivo di spesa compilando il form...

PER SAPERNE DI PIÙ 

I SEMINARI IN PROGRAMMA


NEWS

19.06.2015

DDL CODICE APPALTI

Disegno di legge delega appalti: il nuovo testo base coordinato con tutti gli emendamenti approvati dal senato

19.06.2015

Decreto Legge 19.06.2015, n. 78

Decreto Legge 19 giugno 2015, n. 78 (Disposizioni urgenti in materia di enti locali)

LEGGI TUTTE 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ARCHIVIO 

Skype Facebbok Twitter Linkedin
MODALITÀ DI PUBBLICAZIONE IN G.U.R.I.

La pubblicazione dei bandi e degli avvisi di gare d'appalto pubbliche va effettuata in conformità alle disposizioni del D.lgs. 12 aprile 2006, n. 163 (denominato anche "Codice"), pubblicato nella G.U. n. 100 del 2 maggio 2006.

In particolare, in base al combinato disposto degli artt. 66 e 124 del Codice, i bandi e avvisi di gara vanno pubblicati integralmente in GURI e per estratto in almeno due dei principali quotidiani a diffusione nazionale e regionale.

Pertanto, la pubblicazione del bando per estratto è prevista esclusivamente sui quotidiani nazionali e regionali, e non nella GURI, nella quale va pubblicato il bando integrale corredato dai requisiti minimi previsti dalla normativa vigente.

Conformemente a tale ratio, non sono ammissibili, né tantomeno in linea con la suddetta normativa, bandi ed avvisi di gara pubblicati per estratto e contenenti il mero rinvio a siti internet per la consultazione integrale del bando stesso.

Per quanto concerne le informazioni che devono figurare nei bandi e negli avvisi di gare di appalto pubbliche si rinvia alle prescrizioni di cui all'All. IX A - B e C del D.lgs 163/2006.

Allo scopo di migliorare la leggibilità e la veste tipografica, si raccomanda di redigere l'inserzione, suddividendola in SEZIONI ed andando a capo almeno per ciascuna SEZIONE, seguendo a titolo indicativo il seguente schema:

  • SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE, scritto in MAIUSCOLO

    • denominazione

    • indirizzi

    • punti di contatto

  • SEZIONE II: OGGETTO DELL'APPALTO

    • tipo di appalto

    • luogo di esecuzione

    • luogo di consegna o di prestazione dei servizi

    • informazioni relative all'accordo quadro se del caso

    • vocabolario comune per gli appalti

    • eventuale divisione in lotti

    • quantitativo o entità dell'appalto

    • durata dell'appalto o termine di esecuzione

    • eventuali opzioni

      Le sopraindicate rubriche vanno riportate preferibilmente in maiuscolo e/o in grassetto, scrivendo in corsivo il restante testo.

  • SEZIONE III: INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIARIO E TECNICO

    • eventuali cauzioni e garanzie richieste

    • condizioni di partecipazione

      Le sopraindicate rubriche vanno riportate preferibilmente in maiuscolo e/o in grassetto, scrivendo in corsivo il restante testo.

  • SEZIONE IV: PROCEDURA

    • criteri di aggiudicazione

    • informazioni di carattere amministrativo

    • termine per il ricevimento delle offerte e delle domande di partecipazione

    • periodo minimo durante il quale l'offerente è vincolato alla propria offerta

      Le sopraindicate rubriche vanno riportate preferibilmente in maiuscolo e/o in grassetto, scrivendo in corsivo il restante testo.

  • SEZIONE V: (EVENTUALE)

  • SEZIONE VI: ALTRE INFORMAZIONI

HOME | CHI SIAMO | SERVIZI | NORMATIVE | NEWS | JOBS | CONTATTI | PRIVACY | COOKIE
Copyright © (2012) Mediagraphic s.r.l. - P. IVA: 05833480725